Roma Celebra Napoli



ELENA BONELLI  straordinario filo conduttore tra le due tradizioni musicali più intense in assoluto.

Presenterà Il 27 settembre alle ore 20.00 la straordinaria interprete della canzone romana nel mondo, Elena Bonelli, la sua lectio in concert: “Roma celebra Napoli” al Circolo Antico Tiro al Volo.
L’eccezionale legame tra due culture musicali così intense, proprio lei, Elena Bonelli, che con il suo concerto, ingloberà una lezione fluida e chiara spiegando i motivi per cui la canzone partenopea ha avuto successo in tutto il mondo e la capitolina, pur essendo di uguale bellezza e intensità, non ha avuto la stessa fama universale, lo stesso seguito al di fuori delle mura romane.
Sarà una lectio in concert volta a mostrare passo per passo, secolo per secolo, il perché ed il per come… La Bonelli farà rivivere un viaggio che parte dal duecento fino ad arrivare al cantautorato contemporaneo, spiegando il percorso storico sociologico e culturale delle due espressioni musicali più importanti d’Italia.
Lei, ultima erede della canzone romana, ha lanciato “Roma nel mondo” nel 2002, ideato e realizzato insieme a tre grandi come Carlo Lizzani, Sergio Bardotti e Pippo caruso. Il progetto è nato per far riscoprire e non dimenticare il grande patrimonio della canzone romana e avvicinarla ai giovani, italiani e stranieri. Con questo obiettivo la poliedrica artista ha intrapreso, negli ultimi anni, una serie di lectio nei più importanti atenei del mondo: dalla Luiss a Torvergata, fino a Tokio, Pechino, Tbilisi in Georgia, Luanda in Angola, per poi arrivare agli Istituti di Cultura Italiani in Cina e Giappone e alle Università della Florida.
La “Voce di Roma”, così la critica l'ha definita per la sua intensa attività sulla cultura e la musica romana, ha soprattutto il grande merito di fare mecenatismo avendo ideato il progetto e premio per i giovani cantautori DALLO STORNELLO al RAP arrivato alla terza edizione di cui si terrà la finalissima il 21 novembre al parco della musica.


“Roma celebra Napoli”
27 settembre
Circolo Antico Tiro al Volo

Il Progetto Lunga Vita

Parte il 18 settembre il Progetto Lunga Vita, la manifestazione organizzata da Tradizione Teatro che fino al 24 settembre vedrà susseguirsi ogni giorno per oltre quattordici ore consecutive spettacoli teatrali, proiezioni, retrospettive, balletti, esposizioni artistiche, performance, meeting, residenze e workshop. Tanti gli artisti coinvolti in questo progetto voluto dal direttore artistico Davide Sacco e dalla direttrice organizzativa Ilaria Ceci, rientrante nel programma dell'Estate Romana 2017 con il contributo di Roma Capitale e in collaborazione con SIAE. Ad ospitare la manifestazione sarà il Teatro Marconi di Roma, su due palcoscenici (uno interno e uno esterno).
Francesco Montanari, Massimo Venturiello, Ruggero Cappuccio, Giovanni Esposito, Stefano Benni, Gianmarco Saurino, Alfio Antico, Antonio Pascale, Eva Grieco, Michele Monetta, Tiziana Sensi, Stefano Sabelli, Gian Maria Cervo, Francesco Sala, Giuseppe Rocca sono solo alcuni tra i protagonisti di questo grande progetto organizzato e promosso da giovani operatori del settore che da diversi anni, con progetti di rilevanza nazionale, stanno lavorando sul panorama culturale italiano. Il progetto punta a un pubblico eterogeneo, appassionato d'arte e curioso delle nuove forme di avanguardia che si stanno sviluppando nel nostro Paese. Lunga Vita al classico attraverso gli occhi della modernità, dunque, con un occhio aperto alla tradizione viva e vitale che offre spunti e possibilità di “tradimento”, per creare un'arte matura e solida. Fondamentali sono poi le tematiche sociali, legate soprattutto al femminile e all'integrazione razziale.

Progetto Lunga Vita
Le mattine di Progetto Lunga Vita sono dedicate ai workshop: si parte con Michele Monetta e Lina Salvatore, fondatori dell'ICRA Project, che condurranno gli allievi nel mondo di Mimo, maschera e movimento, dal lunedì al giovedì con esibizione finale e presentazione del libro Mimo e Maschera di Michele Monetta e Giuseppe Rocca.
Lunedì 18, alle 19.30, il cartellone degli spettacoli viene inaugurato da Daniele Mutino con la sua conferenza/concerto “La figura del cantastorie nella storia dell'Occidente”. Seguono alle ore 21.00 sul palco interno “Versus Dante”, un viaggio a ritroso nella Divina Commedia diretto da Paolo Pasquini e Agnese Ciaffei con attori premiati nel Festival Dantesco, mentre sul palco esterno un vero mito della musica popolare, Alfio Antico, catturerà gli spettatori con la sua voce e i tamburi, accompagnato dal contrabbasso di Amedeo Ronga e dagli effetti di Mattia Antico.
Martedì 19, alle 19.00, “Shakespeare. La lingua dei sogni”, incontro gratuito con Nadia Baldi e Claudio Di Palma introduce il capolavoro di Ruggero Cappuccio “Shakespea Re di Napoli” (rappresentato in Italia da oltre vent'anni), in scena in Arena quella stessa sera e il giorno successivo alle 21.00, prodotto da Teatro Segreto.
Il palco interno, sempre alle 21.00, ospita invece i quaranta elementi dell'Orchestra sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli, che accompagneranno Francesco Montanari nella lettura scenica dell'“Importanza di leggere i classici” di Italo Calvino.
Martedì alle ore 20.00 parte “Donne no”, di Sara Valerio e Anna Maria Talone, in cui l'attrice Sara Valerio attraverso il teatro di narrazione racconta le donne dimenticate dalla storia, con il patrocinio del MagFest. Lo spettacolo sarà in scena tutti i giorni fino a sabato 23

Emanuele Puzzilli e il sorriso delle star

Il segreto delle star? Un sorriso splendente

Un biglietto da visita essenziale, questo è un sorriso che ispira sensazioni di benessere, fiducia, il sorriso aperto di chi non si nasconde. Conta per tutti noi comuni mortali ancora di più per tante star che sanno bene quanto sia determinante, la prima luce che spicca sul viso, un’esigenza per chi fa della propria immagine una professione. Il segreto di tanti vip? Sapere di essere in buone e competenti mani come quelle esperte del dottor Emanuele Puzzilli odontoiatra in estetica dentale e riabilitativa, tra i professionisti della trasmissione televisiva Selfie – Le cose Cambiano condotta da Simona Ventura e Belén Rodriguez, punto di riferimento per le maggiori celebrità nazionali e per tutti i suoi clienti, grazie alla sua professionalità, la sua è una continua ricerca verso risultati sempre più impeccabili e naturali. <<Io penso ai denti – spiega– come strumento di bellezza. E di salute ovviamente, perché se i denti non sono sani non possono essere belli. Oggi ci sono tecniche innovative che ho studiato e perfezionato negli Stati Uniti, che permettono di ottenere risultati impensabili fino a pochissimi anni fa >>.
Tanti i clienti VIP che affidano a lui le loro bocche per renderle più armoniche, luminose e sane, senza mai scadere nell'artificiale. <<Un sorriso troppo bianco non è naturale, anzi può dare l’effetto contrario>>. È infatti la ricerca della naturalezza del sorriso che caratterizza tutti i suoi lavori e ciò che ha reso il dottor Puzzilli un punto di riferimento dell’odontoiatrica estetica italiana e internazionale.
Qualche nome? Manuela Arcuri, Valeria Marini, Claudia Gerini, Alessandra Amoroso, Alessia Macari sono solo alcune delle star che si affidano alle cure del dottor Puzzilli, tante donne ma non solo, alla lista si aggiungono sempre più nomi maschili: Mariano di Vaio, Morgan, Enzo Salvi, i calciatori Miralem Pjanic e Kevin Strootman.
Attori, cantanti, sportivi, ballerini e showgirl sono ormai clienti fissi dello Studio Odontoiatrico di Ostia, una struttura all’avanguardia composta da ventitré professionisti, in grado di garantire i migliori servizi sul mercato e il massimo comfort.
Ma cosa chiedono e quali sono i trattamenti più in voga tra i volti noti? Vi spieghiamo di seguito le tecniche più all’avanguardia messe a punto e utilizzate dallo studio del dottor Puzzilli.
- Sbiancamento professionale laser: una tecnica perfezionata negli anni dal dottore unendo varie tecniche. È un trattamento molto efficace e risolutivo anche in casi molto complessi. Consiste nell'applicazione di un gel a base di perossido di idrogeno (con percentuali differenti) sulla superficie dei denti. Il gel viene attivato con sorgenti luminose di differenti tipi e con l’utilizzo di tecniche laser la sua azione viene intensificata. L'effettivo "sbiancamento" è visibile immediatamente dopo la prima seduta e, nei giorni successivi, l'estetica del sorriso migliora ulteriormente.
- Riallineamento dentale attraverso l’ortodonzia invisibile Invisalign: nuova frontiera dell’ortodonzia invisibile, si tratta di un metodo non invasivo per allineare i denti mediante mascherine trasparenti rimuovibili, senza l'utilizzo di ferretti o fili metallici. Le mascherine si sostituiscono ogni due settimane con un nuovo set, finché i denti non sono perfettamente allineati e vengono realizzate sulla base dei denti del paziente. Con il software ClinCheck verranno monitorati al paziente i cambiamenti durante il trattamento e una previsione della futura dentatura. Comode da indossare e rimuovere, i VIP le adorano perché non si notano ed è possibile indossarle anche durante eventi televisivi e mondani.
- Faccette dentali: si tratta di sottili lamine in ceramica che migliorano la forma, il colore, le dimensioni dei denti. Ridisegnano l’armonia illuminando il volto e ringiovanendo l’intera persona. Sono il fiore all’occhiello della sua attività professionale e uno dei trattamenti più richiesti dalle star.
- Implantologia a carico immediato: ottenere un bel sorriso con denti fissi è diventato molto più semplice e immediato grazie ai progressi fatti in questa branca. È una tecnica indolore, il recupero della funzionalità e dell’estetica avviene in poche ore. Sta ottenendo sempre più successo tra i VIP per il fatto che si può tornare ad avere denti fissi o sostituire vecchi lavori poco estetici in una sola seduta.

Piedigrotta La Festa. Ritorno alla tradizione





Per la Rassegna “Piedigrotta la Festa” nell’ambito delle iniziative “Naviganti, Eroi, Poeti e Santi della città” -La tradizione per le strade di Napoli - con la direzione artistica di LUIGI NECCO è programmato per il 14 settembre alle ore 21.00 in via Galiani l’evento musicale dedicato alla festa di Piedigrotta che ripercorrerà i fasti dell’indimenticata celebrazione storica che dai baccanali romani prese la sua derivazione diventando un momento di adorazione per il popolo, stretto intorno alla grotta di Posillipo, quella galleria romana che faceva da filo conduttore tra Mergellina e Fuorigrotta. Carri allegorici e fuochi artificiali, la festa del popolo risuonava salutando di anno in anno, all’epoca, i reali fino alla lunga pausa, dopo l’ultima parata dei Borbone. Abbinata tempo dopo al Festival della Canzone Napoletana la Festa di Piedigrotta contribuì a portare la voce della canzone napoletana e la sua eco nel mondo. Oggi si alterneranno sul palco di Via Galiani grandi artisti come Francesca Marini, Federico Salvatore, Antonello Rondi, Pamela Paris, Ciro Capano, Massimo Masiello, Monica Sarnelli e Ciccio Merolla. Ospite d’onore della serata: Giulietta Sacco interprete indimenticabile, considerata dalla critica l’Amàlia Rodrigues napoletana. Tutti gli artisti che impreziosiranno la serata musicale saranno accompagnati dalla prestigiosa orchestra di “PIEDIGROTTA LA FESTA” otto elementi diretti dal Maestro Franco Farina.
Presentato da Alessandro Incerto il grande evento corale farà rivivere le atmosfere e le note della tradizione musicale partenopea, come se il tempo potesse fare un salto all’indietro, riportando alla luce la storia, il ricordo, la musicalità, la bellezza immutata di cui ancora oggi c’è bisogno.


Info e dettagli http://www.napolinfest.it/


Comune di Napoli, Regione Campania e Gabbianella Club srl presentano
“Naviganti, Eroi, Poeti e Santi della città”
La tradizione per le strade di Napoli

“PIEDIGROTTA LA FESTA”

14 Settembre 2017 21,00 - Via Galiani
“EVENTO MUSICALE DEDICATO ALLA FESTA DI PIEDIGROTTA”

Tiziana Buldini incanta Venezia

Nella sua 74esima edizione la Mostra del Cinema di Venezia ha mostrato al mondo il suo consueto parterre mozzafiato tra divi internazionali e stelle nostrane che hanno donato al Lido, l'allure emozionante che ogni anno ci si aspetta.
Uno dei volti più ammirati di questa edizione Tiziana Buldini pronta ad un autunno di intenso lavoro (con "Immaturi la serie" sulle reti Mediaset) ha sfilato sul red carpet veneziano con un abito firmato Giada Curti che esaltava ancor di più la sua bellezza medieterranea.
Insieme a lei il compagno, l'avvocato Ciro Pellegrino.
E si  sussurra già di nozze a breve...

"Progetto Lunga Vita" al Teatro Marconi

Parte il 18 settembre il Progetto Lunga Vita, la manifestazione organizzata da Tradizione Teatro che fino al 24 settembre vedrà susseguirsi ogni giorno per oltre quattordici ore consecutive spettacoli teatrali, proiezioni, retrospettive, balletti, esposizioni artistiche, performance, meeting, residenze e workshop. Tanti gli artisti coinvolti in questo progetto voluto dal direttore artistico Davide Sacco e dalla direttrice organizzativa Ilaria Ceci, rientrante nel programma dell'Estate Romana 2017 con il contributo di Roma Capitale e in collaborazione con SIAE. Ad ospitare la manifestazione sarà il Teatro Marconi di Roma, su due palcoscenici (uno interno e uno esterno).

Francesco Montanari, Massimo Venturiello, Ruggero Cappuccio, Giovanni Esposito, Stefano Benni, Gianmarco Saurino, Alfio Antico, Antonio Pascale, Eva Grieco, Michele Monetta, Tiziana Sensi, Stefano Sabelli, Gian Maria Cervo, Francesco Sala, Giuseppe Rocca sono solo alcuni tra i protagonisti di questo grande progetto organizzato e promosso da giovani operatori del settore che da diversi anni, con progetti di rilevanza nazionale, stanno lavorando sul panorama culturale italiano.
Il progetto punta a un pubblico eterogeneo, appassionato d'arte e curioso delle nuove forme di avanguardia che si stanno sviluppando nel nostro Paese. Lunga Vita al classico attraverso gli occhi della modernità, dunque, con un occhio aperto alla tradizione viva e vitale che offre spunti e possibilità di “tradimento”, per creare un'arte matura e solida. Fondamentali sono poi le tematiche sociali, legate soprattutto al femminile e all'integrazione razziale.

Progetto Lunga Vita

Le mattine di Progetto Lunga Vita sono dedicate ai workshop: si parte con Michele Monetta e Lina Salvatore, fondatori dell'ICRA Project, che condurranno gli allievi nel mondo di Mimo, maschera e movimento, dal lunedì al giovedì con esibizione finale e presentazione del libro Mimo e Maschera di Michele Monetta e Giuseppe Rocca. Sabato 23 e domenica 24, invece, è il turno di Mariano Rigillo, che nell'ambito del progetto Shakespeare Lab guiderà gli attori a tavolino attraverso le pagine del primo atto dell'Amleto.
Lunedì 18, alle 19.30, il cartellone degli spettacoli viene inaugurato da Daniele Mutino con la sua conferenza/concerto “La figura del cantastorie nella storia dell'Occidente”. Seguono alle ore 21.00 sul palco interno “Versus Dante”, un viaggio a ritroso nella Divina Commedia diretto da Paolo Pasquini e Agnese Ciaffei con attori premiati nel Festival Dantesco, mentre sul palco esterno un vero mito della musica popolare, Alfio Antico, catturerà gli spettatori con la sua voce e i tamburi, accompagnato dal contrabbasso di Amedeo Ronga e dagli effetti di Mattia Antico.
Martedì 19, alle 19.00, “Shakespeare. La lingua dei sogni”, incontro gratuito con Nadia Baldi e Claudio Di Palma introduce il capolavoro di Ruggero Cappuccio “Shakespea Re di Napoli” (rappresentato in Italia da oltre vent'anni), in scena in Arena quella stessa sera e il giorno successivo alle 21.00, prodotto da Teatro Segreto.
Il palco interno, sempre alle 21.00, ospita invece i quaranta elementi dell'Orchestra sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli, che accompagneranno Francesco Montanari nella lettura scenica dell’ “Importanza di leggere i classici” di Italo Calvino.
Martedì alle ore 20.00 parte “Donne no”, di Sara Valerio e Anna Maria Talone, in cui l'attrice Sara valerio attraverso il teatro di narrazione racconta le donne dimenticate dalla storia, con il patrocinio del MagFest. Lo spettacolo sarà in scena tutti i giorni fino a sabato 23.
Mercoledì 20, alle 17.30, un nuovo incontro sul Bardo sempre nell'ambito di Shakespeare Lab: “Il cigno di Avon”, dibattito tenuto dal Prof. Raimondo Guarino e dal Maestro Tato Russo. Segue la mise en espace e presentazione del libro ad opera di Mab Teatro del Titus Andronicus di Shakespeare: “Titu Andronicu. Sa mudadura”, riscrittura in sardo ad opera di Marco Piredda, ideato e diretto da Daniele Monachella, con il contributo della Fondazione di Sardegna.
Alle 21.00 il palco interno ospita lo spettacolo sul diritto all'infanzia di Davide Sacco “Buongiorno a te Macbeth”, con il patrocinio del Telefono azzurro, dell'Associazione Rondine Cittadella della Pace ed Helpcode, dove Macbeth viene interpretato dal giovanissimo undicenne Renato Palazzotto e Lady Macbeth è affidata a Tiziana Sensi.
Segue alle 22.30 il concerto/spettacolo di Giuseppe Moffa e Antonio Pascale, che si domanderanno “Che si dice sull'amore?”.
Il giovedì Susy Del Giudice e Giulio Cancelli alle ore 21.00 porteranno in scena nell'Arena il testo di Manlio Santanelli “Il baciamano” per la regia di Giovanni Esposito. All'interno in contemporanea sarà il turno della danza contemporanea con una doppia esibizione tutta al femminile: prima Eva Grieco, con il suo “Scilla taglia i capelli a Niso” di ispirazione mitologica, e a seguire “Ad sidera – verso le stelle” di e con Ashai Lombardo Arop, che parte dalla Divina Commedia per affrontare l'attualissimo tema della migrazione.
Venerdì 22 l'Arena si anima dalle ore 20.00 con “Sonnets”, della Compagnia Sus Babi Teatro, libero adattamento dei sonetti shakespeariani ideato da Matteo Prosperi, e a seguire alle 21.00 ospita “Condannato a morte. L'inchiesta”, scritto e diretto da Davide Sacco dall'opera di Victor Hugo, che vede in scena Gianmarco Saurino e una tematica scottante: la pena di morte. Lo spettacolo è patrocinato da Amnesty International Italia.
Alle 21.00 in Teatro l'Accademia di Belle Arti di Napoli presenta “Yerma” di Federico Garcìa Lorca per la regia di Tonino Di Ronza, monologo in cui l'attrice Claudia Pesapane si fonde con le voci e i volti che vengono proiettati sullo sfondo.
Il sabato alle 20.00 e alle 21.30 è la volta di Teatri Molisani, che trasporterà il pubblico nella vicenda di Alfredo Giovannitti con il monologo “L'autodafé del camminante”, interpretato da Diego Florio con la regia di Stefano Sabelli.
Il palco interno invece, alle 21.00, ospita il grande scrittore Stefano Benni, che torna a leggere un testo a lui molto caro, “Lolita” di Nabokov.
La domenica alle 19.00 nell'Arena si parla prima di immigrazione con lo spettacolo di Giuseppe Spezia “Nessuno su tutti”, liberamente tratto da Euripide, realizzato attraverso un laboratorio multietnico, poi di follia con lo spettacolo “Signora Sandokan”, scritto da Osvaldo Guerrieri e portato in scena da Viola Pornaro con la regia di Francesco Sala.
All'interno, invece, alle 19.00 è il turno della versione performance de “Il colore del sole”, di Gian Maria Cervo dal romanzo di Andrea Camilleri, originale percorso sulla storia di Caravaggio diretto da Franco Eco; mentre alle 21.00 la rassegna si chiude con “Apologia del male”, antologia di personaggi crudeli di Shakespeare raccontati da Massimo Venturiello e dal Prof. Giuseppe Rocca.
Durante tutta la settimana, poi, rimarranno permanenti le videoinstallazioni “What is the word” a cura di Pietro Lama e le personali di Claudia Rolando e Chiara Del Gaudio.
A commentare la manifestazione in giardino saranno Emiliano Luccisano e Alessandro Lozzi di Attore Dinamico, che proietteranno una selezione dei loro video migliori.

La caratteristica culturale del Progetto Lunga Vita è quella di far crescere insieme momenti d'arte che nascano dal classico e vengano riproposti attraverso giovani artisti, registi, autori, coreografi, musicisti e danzatori. La proposta, infatti, è molto ampia e variegata e prevede da momenti più impegnativi (meeting, dibattiti, proiezioni) a momenti più fruibili (performance, esibizioni, mostre, spettacoli) fino ad arrivare alla fascia di pubblico più giovane (spettacoli itineranti e per i bambini). Progetto Lunga Vita, anche per la natura insita nel nome, vuole formare una fascia di giovanissimo potenziale pubblico per renderla spettatore consapevole del domani, e per questo renderà l'accesso gratuito a tutti gli under 18 presenti alla manifestazione, oltre a sperimentare nuove formule di abbonamento legate al reddito ISEE e a introdurre la formula del “biglietto sospeso”.

Raiz Radicanto e la Musica Immaginaria Mediterranea


Parte il 10 settembre la rassegna Agorà – Teatro e Musica alle Radici, la manifestazione organizzata dall'associazione culturale IlNaufragarMèDolce che, fino al 30 settembre, porta lo spettacolo dal vivo fuori dai consueti spazi teatrali e musicali. Organizzata all'interno della manifestazione Estate Romana, finanziata dal Comune di Roma Capitale e con un contributo della Regione Lazio, la manifestazione vede l'alternarsi di una serie di eventi nelle periferie storiche di Roma. Diversi gli spettacoli a cui sarà possibile assistere, partecipando attivamente, presso l’Anfiteatro ‘Colosseo di Pietralata’.

La protagonista del primo appuntamento sarà la musica, grazie all’incontro di Raiz, cantante degli Almamegretta, con Giuseppe De Trizio dei Radicanto. La loro fusione è un ritorno alle origini del suono, qualcosa che smuove l'anima che richiama l'innato istinto mediterraneo che ognuno di noi conserva.
Un concerto, fatto di una musica immaginaria, mediterranea, meticcia. Un lavoro nuovo, potente e raffinato al tempo stesso, in cui l'universo sonoro di voci che si intrecciano a ritmi cadenzati, gli echi delle corde, delle pelli e dei papiri, scivolano come rivoli di un racconto che sembra non avere mai fine.

Brani d'autore di Raiz e degli Almamegretta riletti con ritmicità ed eleganza in una chiave destrutturata e riportata in filigrana alla propria essenza: la dimensione del viaggio. Cantighe sefardite, salmi, canzone napoletana, fado portoghese, ritmi nordafricani, mediorientali, asiatici: lingue e linguaggi che si inseguono, una "democrazia del pentagramma", il mediterraneo come una realtà panregionale, senza frontiere. Parole che si fanno suono non nel senso che diventano testo di una canzone, ma che evocano la canzone. In un momento storico in cui tutto è ultraparcellizzato, nel mondo del lavoro come nell’arte, abbiamo pensato ad un’operazione di interazione come questa: una cosa che oggi è desueta ma che era all’ordine del giorno solo l’altro ieri… Ci piace pensare che le espressioni artistiche, benché di varia natura, siano sempre il risultato di interazione e reciproca influenza: e così l’atmosfera di un concerto piuttosto che di un disco sono spesso il risultato di altri ascolti, di visioni di film o contemplazione di opere di arte figurativa, oltre che naturalmente del personale vissuto degli artisti che lo propongono.


RAIZ & RADICANTO
Musica Immaginaria Mediterranea
10 settembre 2017
Ore 21.00
Anfiteatro di via Bombicci (Pietralata)
Ingresso Libero
www.ilnaufragarmedolce.it

"Il Vino e le Rose". Letture che alleviano l'anima

Il cristallo prezioso sottile fragilissimo di certe vite che riluce e riflette senza mostrare realmente quanto facile sia, quanto basti una frazione di secondo per mandarlo in pezzi.
Vite si confrontano resistendo alle apparenze finché qualcosa non arriva a spezzare ogni costruzione. Eva e le sue due amiche, attraverso loro ci riflettiamo anche noi, e scopriamo quanto la solitudine sia democratica, una coperta che avvolge che sa custodire e opprimere. C'è, e ci interroga sul significato profondo dell'esistenza, molta vita nella scrittura elegante di Claudia Conte "Il Vino e le Rose- L'eterna sfida tra il bene e il male" (Curcio Editore). Il suo nuovo romanzo, si interroga attraverso la testimonianza della parola, attraverso la voglia, il bisogno di avere un appiglio che sia spirituale o che sia nel senso più umano dell'essere. Quanto profondo sa essere il dolore, quanto dura la prova che la vita stessa nutre, nell'infelicità di non saper guardare la bellezza delle piccole cose. Ogni parola ha un suono lieve e mai casuale, periodi di vita e pagine di parola poetica, perché anche questa è la bellezza, saper godere di una lettura che come unguento risollevi l'anima.
“Il Vino e le rose"  in piccoli sorsi, si beve la vita e il piacere e l'armonia e lo sconforto e la tristezza, ogni cosa parte di un caleidoscopio che compone l'esistenza, a volte fatichiamo a riconoscere l’essenza, anche grazie a belle letture come questa, si può scorgere la bellezza, e riempirsi gli occhi di quello che occorre per vivere, la speranza il conforto, l'amore che tutto allevia e tutto può cambiare.

Marconi Teatro Festival dopo il grande successo...una nuova edizione?

Termina il Marconi Teatro Festival
Organizzatori soddisfatti e si pensa già alla seconda edizione

“La manifestazione più ricca di proposte culturali (oltre 60 spettacoli in 34 giorni) è giunta al termine.
Circa 7000 presenze e grande soddisfazione per gli organizzatori”

Cinque  settimane di programmazione, due palchi allestiti, uno interno al teatro e uno esterno,  oltre 180 artisti che hanno animato la prima parte dell’estate romana, il  Marconi Teatro Festival, il grande evento culturale che ha preso inizio il 4 luglio e che ha visto alternarsi, negli spazi del teatro diretto da Felice Della Corte, oltre 60 spettacoli, si ferma da domenica 6 agosto, col pensiero già proiettato verso una nuova edizione.
Un’operazione più che riuscita, che ha registrato circa 7000 presenze e il gradimento da parte del pubblico e degli addetti ai lavori.
Il Maestro Peppe Vessicchio, Pino Insegno, Paolo Triestino, Stefano Fresi, Toni Fornari, Claudio Boccaccini, Marco Morandi, Antonio Grosso, Cinzia Tani, Marco Cavallaro, Giuseppe Manfridi sono solo alcuni dei protagonisti di una delle manifestazioni più grandi della Capitale.
Ad organizzarla il direttore del Teatro Marconi, Felice Della Corte, che ha voluto al suo fianco Riccardo Bàrbera e, per la parte organizzativa, Ilaria Ceci e Davide Sacco.

“È stata una bellissima avventura” spiegano Della Corte e Bàrbera, “una grande kermesse riuscita grazie all’ottima proposta culturale, alla collaborazione delle compagnie, all’affiatamento della squadra del Marconi”.
Va sottolineato che il Marconi Teatro Festival è stato realizzato senza alcun sostegno finanziario.
“Non nascondo che è servito tanto coraggio” – spiega Felice Della Corte – “ dato che la manifestazione, tra le più complete quest’anno a livello di proposta culturale, non ha ottenuto alcun tipo di agevolazione economica. Con sacrificio, sforzo e determinazione, è andata bene”.

Per il direttore del teatro Marconi, però, non è tempo di riposo.
Il prossimo ottobre ripartirà la terza stagione teatrale e Felice della Corte, da tempo al lavoro per allestire il nuovo cartellone, è impegnato nella definizione degli ultimi dettagli. Nel frattempo, insieme ai compagni di avventura, già parla della seconda edizione del Marconi Teatro Festival.

Teatro Marconi
viale Guglielmo Marconi 698

58 Sfumature di Pino. Un viaggio nel mito

Sarà in scena il 4 agosto all'interno del Marconi Teatro Festival, il divertentissimo spettacolo che vede protagonisti  Pino Insegno, Federico Perrotta e i Baraonna, "58 sfumature di Pino".
Lo spettacolo catapulterà il pubblico nel mondo degli anni '60, '70 e '80, facendo rivivere i miti di allora, gli sceneggiati e i personaggi famosi del cinema italiano e non solo.
Un unico ed affascinante spettacolo che si colloca alla fine della kermesse Marconi Teatro Festival che, dal 4 luglio, ha regalato un'estate ricca di emozioni. Pino Insegno e i Baraonna con Federico Perrotta offriranno due ore di grasse e grosse risate... decisamente da non perdere!

Uno spettacolo che farà decisamente ridere, certo, ma emozionerà chi ha vissuto la tv come lo strumento di aggregazione familiare. La musica dei Baraonna e le parole degli attori per ricordare un passato straordinario, a cui un po' tutti noi siamo legati.



Teatro Marconi
Viale Guglielmo Marcoi 698e
58 sfumature di Pino
con Pino Insegno – I Baraonna – Federico Perrotta

Articoli in Primo Piano

Chi Siamo

  • ORA, famigliare in edicola ogni quindici giorni, offre voce direttamente ai protagonisti della scena.
  • This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…