H. Beckett live H. Beckett live
Written by  Feb 17, 2017 - 337 Views

Henry Beckett tre date live a Milano

Imperdibile l'occasione di vederlo esibirsi, Henry Beckett, cantautore e solista originario di Milano, un repertorio di canzoni intrise di rock americano e alternative country, è uno dei più interessanti protagonisti emergenti della scena musicale live. Suona, e suona tanto, a Milano, dove porta con la sua chitarra le suggestioni del più caldo cantautorato rock acustico e chiare contaminazioni d’oltreoceano.

Premiato a dicembre 2016 come migliore nuova proposta al live contest in diretta su Radio Popolare , prossimo alla pubblicazione di un suo EP, Henry Beckett a fine febbraio suona in tre date ravvicinate, in tre diversi locali e contesti di Milano, in scena con l’unicità della sua musica.

Sabato 18 febbraio 2017 alle 23.00 al LUME,
Laboratorio universitario metropolitano, durante “A music nigth of Belgrado”, serata musicale per il progetto umanitario "Let's Help Migrants in Belgrado". Henry Beckett, concerto solo, chitarra e voce: il giovane cantautore il cui nome d’arte è si ispira al celebre autore di "Waiting for Godot" (Samuel Beckett) propone i suoi brani alternative rock, che spaziano tra sonorità americane ispirate alla musica di artisti come Ryan Adams, Jonathan Wilson, e sfumature più oscure proprie del mondo britannico.
LUME, Vicolo Santa Caterina 3/5, ingresso € 3,00

Lunedì 20 febbraio 2017 dalle 19.00 alle 21.30 al Gattò.
Appuntamento fisso consolidato da anni con la scena indie più creativa, GATTÒ|MUSICA & CUCINA, Live Music il lunedì sera con la direzione artistica di Barnaba Ponchielli (Sangue Disken) presenta il live solo, chitarra e voce, di Henry Beckett.
Via Castel Morrone 10, Milano, ingresso gratuito.

Sabato 25 febbario 2017 alle 19.00 al ChiamaMilano: live trio.
A chiusura della presentazione del libro di Francesco Trotta "Confiscateli. Storie di mafie e di rinascite" (Falco Editore), Henry Beckett live trio, accompagnato da Stefano Elli (Elvis), seconda chitarra e Pietro Gregori alla batteria.
Un contesto ancora diverso, in cui il giovane cantautore trova spazio e modo di proporre il suo repertorio musicale in una forma più completa e d’impatto.
Henry Beckett: chitarra acustica Taylor 314-CE; Stefano Elli Elvis: chitarra semiacustica Gibson Es335 con amplificatore Fender Princeton Reverb; Pietro Gregori: timpano-cassa, rullante, charlie, piatto.
Spazio Civico di Via Laghetto 2. Ingresso con offerta libera dalle 17.45 alle 20.00.

Nell’attuale repertorio live di Henry Beckett i suoi brani, di cui ha scritto testi e musica: Radio Tower, Walls, Lonely boy, Have we ever found love, Wasteland, To nowhere, Why we dance, Take me higher, Someone stole my skin, Butterfly, Dear fog.
Tra le cover, Dirty Rain di Ryan Adams.

A primavera 2017 l’uscita di un EP di Henry Beckett.

Why we dance
https://www.youtube.com/watch?v=iEWksdNfLFQ
Someone stole my skin
https://www.youtube.com/watch?v=ICBl7nAoOW8

www.facebook.com/HenryBeckettOfficial
Effettua il Login per lasciare un commento

Articoli in Primo Piano

Chi Siamo

  • ORA, famigliare in edicola ogni quindici giorni, offre voce direttamente ai protagonisti della scena.
  • This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…